Bruciati illegalmente scarti lavorazione nel cosentino, una denuncia

forestali-cosenza_9729d.jpg

Cerzeto (Cosenza) - L'amministratrice di un'azienda operante nel comune di Torano Castello è stata denunciata dai carabinieri forestale per il reato di combustione illecita di rifiuti. Nei suoi confronti è stata elevata una sanzione amministrativa per accensione fuochi di oltre 8 mila euro. I militari, allertati da una colonna di fumo alzatasi da località "Cutura" e visibile anche a distanza, sono intervenuti nel piazzale adiacente l'attività industriale accertando la combustione illecita di scarti di lavorazione, parti di legname, compensato multistrato, parti di semilavorato, pedane, listelli e residui vegetali. Dalle verifiche effettuate è emerso che non era la prima volta che un cumulo di rifiuti bruciava in modo illecito. Sono state trovate, infatti, evidenti pregresse tracce di combustione. Altre accensioni fuochi sono state riscontrate e sanzionate nei comuni di Cerzeto, Mongrassano e Torano.