Ultimo aggiornamento -Giovedì 24 Aprile 2014 alle22:54
venerdì
25 aprile
Banner
Banner
Home arrow Economia arrow Economia arrow Calabria, Lavoro: Piano da 141 milioni di euro per nuova occupazione

Calabria, Lavoro: Piano da 141 milioni di euro per nuova occupazione

lavoro-ricerca

Lamezia Terme, 10 aprile - Dagli otto ai dieci mila posti di lavoro da creare entro la fine dell'anno, con un investimento pari a 141 milioni di euro. E' l'obiettivo della proposta di rimodulazione del Piano finanziario del Por Calabria Fse 2007-2013 illustrata oggi a Catanzaro dal presidente della Regione Giuseppe Scopelliti, dall'assessore regionale al Lavoro Francescantonio Stillitani e dal direttore generale del Dipartimento Bruno Calvetta. Alle cinque iniziative progettuali del Piano stralcio per il lavoro (borse, progetto Arco, microcredito, Welfare to work, trasformazione co.co.pro), presentate nel 2010, con una dotazione di 147 milioni di euro e la creazione di 7.049 destinatari di incentivi per assunzioni o lavoro autonomo di cui 5.339 attualmente beneficiari - è stato spiegato - si affianca adesso la rimodulazione del Piano finanziario delle risorse europee che metterà in campo oltre 141 milioni di euro con la creazione di otto-diecimila nuovi giovani occupati. "Oggi con il recupero dei fondi comunitari da destinare alla creazione di nuova occupazione come raccomandato dall'Ue dinanzi agli ultimi dati sui senza lavoro - ha detto Scopelliti - contiamo di poter creare nei prossimi sei, otto mesi altri otto/diecimila posti di lavoro. Si èattuato un rastrellamento tra le varie misure attuando, con il parere favorevole sia dei ministeri competenti che dell'Unione europea, una concentrazione di risorse da concretizzare con lo scorrimento dei bandi già attuati o comunque attraverso formule alternative che andremo a concertare e condividere con le parti sociali. Ciò dà conto della sensibilità che questa amministrazione ha messo in campo proprio in materia di disoccupazione dotandosi di uno strumento in grado di arginare l'emigrazione dei nostri giovani dando loro un'opportunità occupazionale". "Per non perdere tempo prezioso - ha aggiunto Scopelliti - in questa fase critica e di grande emergenza come segnalano le ultime statistiche sull'occupazione giovanile, si è deciso di non fare nuovi bandi ma di scorrere le graduatorie, finanziando i bandi esistenti e intervenendo sul credito d'imposta". "Sino ad oggi - ha detto Stillitani - per quanto riguarda il Piano regionale per l'occupazione e il lavoro presentato a pochi mesi dall'insediamento, abbiamo impegnato oltre 116 milioni dei 147 totali con interventi che prevedono, allo stato, 5.349 destinatari di incentivi per nuove assunzioni e creazione di lavoro autonomo. E' in corso d'avvio anche l'ultimo intervento relativo alla trasformazione dei contratti a tempo determinato e co.co.pro. anche perché da allora molte cose sono cambiate nella filosofia del governo nel campo del lavoro e con l'utilizzo delle economie ricavate si sta rifinanziando per l'annualità 2012-2014 l'azione di sistema Welfare to Work e il finanziamento del progetti Lavori Regolari che incide sulla tematica del sommerso. Alla fine i destinatari saranno più di settemila come preventivato" "I nostri incentivi - ha detto ancora l'assessore - intendono essere aggiuntivi e non sostitutivi rispetto a quelli dello Stato. Non abbiamo inteso operare nelle segrete stanze per questo si è discusso e concertato con le parti sociali per individuare le misure, i progetti e i bandi più idonei rivedendo la programmazione del Por e incentrando le risorse sull'occupazione giovanile".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Facebook FeedBurner Twitter Vimeo