Lamezia, in scena la "Via Crucis vivente" al Santuario di Sant’Antonio

via-crucis-14042019.3.jpg

Lamezia Terme - Un momento di raccoglimento comunitario in preparazione della Settimana Santa e della Pasqua, che si allarga all’intera città, nella Via Crucis vivente organizzata dalla parrocchia di Santa Maria degli Angeli e dalla comunità del Santuario di Sant’Antonio di Padova. Dai piedi del colle di Sant’Antonio la rappresentazione ha ripercorso la tradizionale via sacra intercalando momenti di riflessione partecipata condotti dal parroco frate Angiolo Solano. Quindici stazioni, dal Getsemani alla crocefissione, interpretate da circa 40 personaggi in costume, con effetti musicali e sonori e amplificazione curati dal tecnico Vincenzo Pupello. Un clima di raccoglimento e preghiera ha caratterizzato l’evento, che nonostante il tempo incerto ha sortito una copiosa partecipazione di pubblico.

via-crucis-14042019.-1.jpg

Il progetto ha visto la collaborazione sinergica tra i diversi gruppi parrocchiali e conventuali della comunità che ruota attorno al Santuario, regalando così all’evento un valore aggiunto di condivisione. I costumi ebraico-romani e gli accessori dei vari personaggi, dai soldati romani ai sommi sacerdoti, dagli apostoli alle pie donne, sono stati realizzati dal gruppo mamme. Fondamentale la partecipazione degli Statuari e dell’Ordine Francescano Secolare. Un forte supporto organizzativo è stato fornito dal Superiore frate Bruno Macrì, dalla comunità dei Cappuccini e dalle suore Francescane Ospedaliere. Un lavoro costato all’intero staff diversi mesi di preparazione che ha però indubbiamente condotto ad un risultato di grande effetto e di toccante spiritualità.

Giulia De Sensi

via-crucis-14042019.5.jpg

via-crucis-14042019.jpg

© RIPRODUZIONE RISERVATA