Lamezia, proseguono iniziative al Tip fra teatro e cultura

dicembre-al-Tip-12122018.jpgLamezia Terme – Con il Natale alle porte, il Tip Teatro Circolo Culturale di Scenari Visibili prosegue con il calendario di iniziative culturali rivolto a tutti. Dopo i due giorni de “Il 45 giri di Astorri Tintinelli” spettacolo rientrante nella sedicesima edizione di Ricrii, con Paola Tintinelli (nominata migliore attrice al Premio Ubu 2018), e Alberto Astorri, la rassegna prosegue il 28 e il 29 dicembre alle 21 con l’appuntamento #5 “Icaro Caduto” di ArmamaxaTeatro e Pagine Bianche Teatro.

“Un altro lavoro per cui si prevede molto pubblico e per cui – dicono dal Tip Teatro – si consiglia ai soci di prenotare anticipatamente”.  Intanto, prosegue il discorso orientato su letteratura e attualità, portato avanti nel tempo (3 anni) dal Collettivo Manifest. Il 15 dicembre alle 18 sarà proiettato il documentario “La terra degli alberi caduti, un giornalista calabrese nell’inferno messicano” del giornalista Claudio Cordova, direttore de Il dispaccio.

Il 21 dicembre alle 18 la Sala Canyon Inverso del Tip aprirà la mostra “Simboli di rischio chimico”, disegni e opere a cura di Miles (Simone Miletta).  “L’autore, di Vibo Valentia – fanno sapere - vive a Firenze dove opera costantemente nelle varie discipline delle Arti Visive. In questa ricerca indaga sul Rapporto fra uomo e animale, ciò che era e ciò che è oggi, analizzando e disegnando i contorni di un fenomeno sociale legato all'istinto, che lentamente viene divorato dal mostro digitale e da false comunicazioni, chiaramente governate dalla cultura dell'immagine. Un'indagine visiva attraverso l'arte figurativa dove l'uomo diventa animale e viceversa. incarnando oggettivamente il rifiuto di ciò che siamo realmente". La mostra sarà visitabile fino al 20 gennaio. Miles, scultore, pittore, e street artist, nei giorni precedenti realizzerà un murales esterno al palazzo del Tip. 

Il 22 dicembre alle 21 ritorna la musica con “Glorius4 in concerto”, un ensemble al femminile che spazia dal jazz al pop, con la cura delle sonorità vocali e degli arrangiamenti, arricchite da eclettica Sicilianita’. La formazione è costituita da Cecilia Foti, Agnese Carrubba, Federica d'Andrea, Mariachiara Millimaggi. Ancora musica, nel giorno di Santo Stefano, il 26 dicembre alle 21 “Suite of the nine mountains” il progetto speciale di Giorgio Caporale (Chitarra).  “Un viaggio, un lavoro costruito strada facendo. È una sorta di autobiografia circoscritta, che si riflette col presente”. Si conclude il 30 dicembre, con la “Biblioteca vivente, don’t judge a book by its cover” a cura del Collettivo Manifest. Il 4 e il 5 gennaio l’atteso “H2io” nuova produzione di Scenari Visibili, spettacolo debuttato a Caserta al Teatro Civico 14 lo scorso novembre, e che vede in scena Dario Natale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA