La dieta mediterranea e la Calabria

Scritto da  Pubblicato in Filippo Veltri

filippo_veltri-06222018-083404.jpg‘’Il Consiglio Regionale ha approvato una legge sulla Dieta Mediterranea e ha istituito un Osservatorio a Nicotera. Una scelta, un investimento sulla Dieta come valore riconosciuto dall'Unesco per intraprendere una strada che va oltre il turismo. Si tratta di un operazione culturale che pone la Dieta Mediterranea al centro di un progetto e che si propone di realizzare il benessere attraverso una politica di prevenzione come fattore di una diversa qualità della vita. Un veicolo per affermare il benessere". Lo ha detto il Presidente della Regione Calabria Mario Oliverio durante i lavori del primo “Meeting Internazionale sulla Dieta Mediterranea”, nel Palazzo Convento di Nicotera, la città che Ancel Keys, noto epidemiologo, biologo e fisiologo statunitense, dopo uno studio pilota nel 1958, definì “Città della Dieta Mediterranea Italiana di Riferimento”. Al Convegno era presente, in qualità di madrina dell'evento, Lidia Bastianich, ambasciatrice della cucina italiana nel mondo e da meno di un anno, testimonial dll'enogastronomia della Calabria.

"E' un'operazione complessa, non facile - ha aggiunto Oliverio -, che dovrà coinvolgere le scuole, in modo da spingere a qualificare la nostra ristorazione come dato peculiare dell'offerta della Calabria e che faccia recuperare anche alle famiglie calabresi le tradizioni che talvolta sono andate perse a causa di un esasperato consumismo. Noi riteniamo necessario portare avanti una cultura della salubrità del cibo. Stiamo investendo molto nella qualità dei prodotti alimentari. Siamo la prima regione per produzioni biologiche, con circa il 25 per cento di risorse complessive di investimenti nel Psr. Ma siamo all'avanguardia anche nella qualità della trasformazione del cibo, cosa fondamentale per un piatto legato alla tradizione ma forte nell'innovazione. Abbiamo giovani chef che stanno dando un contributo significativo per qualificare la nostra offerta. Per questo vogliamo investire sempre di più in questo segmento e i risultati per ora sono confortanti considerato che avevamo un gap di non poco conto’’.

E’ stato infine sottoscritto un protocollo d'intesa tra la Regione Calabri, la Unione Regionale Cuochi e la Federazione Italiana Cuochi sulla divulgazione e valorizzazione della gastronomia tipica calabrese nonchè la promozione e la valorizzazione della dieta Mediterranea italiana di riferimento di Nicotera.

© RIPRODUZIONE RISERVATA