Bale e il calcio stellare dei Blancos

Scritto da  Pubblicato in Maria Arcieri
Vota questo articolo
(16 Voti)

maria_arcieri.jpgE’ andato in scena nella finale in Ucraina il calcio stellare. E’ un bicycle kick goal lo spettacolare gol segnato ieri sera nella finale della Champions League 2018 di calcio da Gareth Bale che per chi non lo sapesse è il centrocampista del Real Madrid. Per gli esperti centrocampista avanzata con ruolo offensivo. E’ entrato in campo nel secondo tempo e ha toccato il pallone in rovesciata andando in cielo col prediletto sinistro sul cross di Marcelo.

E la parte bianca dell’Olimpiyskiy è impazzita dall entusiasmo. Ha superato la quasi perfezione di Cristiano Ronaldo con una rete da pallone d’oro. Il gallese era entrato in campo da pochi minuti quando al 64’ ha siglato la rete del 2-1 con una rovesciata  d ‘autore. E’ il giocatore preferito dal Presidente del Real Madrid, Florentino Pèrez che lo vorrebbe in campo sempre ma per problemi muscolari il genio della panchina Zinedine Zidane preferisce non farlo giocare per tutti i 90 minuti.

Naturalmente è bellissimo Bale, ricorda un angelo del cielo. Occhi chiari codino sulla nuca e fisico scolpito e stellare. Ed è un campione anche il portiere del Liverpool. Loris Karius è un ragazzo bello ma non è stata la sua serata. A fine partita ha pianto e si è scusato con i tifosi inglesi. Ma di fronte a calibri come Bale, Marcelo, Ronaldo era difficile rimanere lucidi. Inizio partita un po’ lenta e dai ritmi di analisi da parte di entrambe le squadre. Poi è iniziata la spettacolare sfida dei calibri da 90 del calcio mondiale. Si sono viste anche uscite esemplari con tanto di lacrime. E poi la sequela di reti che ha incoronato Bale il vincitore assoluto della sfida che ha smosso il francesissimo Zidane e lo ha portato a esultare.

Lui che è sempre composto e elegante si è lasciato andare a qualche minuto di entusiasmo di fronte a un capolavoro che ha fatto capire che è lui l’erede di Ancellotti sulle panchine d’Europa. Non posso non menzionare Marcelo che con un look da Krevitz sempre presente e che non ha sbagliato nulla come Ramos che ha entusiasmato anche il pubblico femminile. Ronaldo ha attirato come una calamita 5 0 6 giocatori del Liverpool che lo marcavano stretto e magari si è gustato la vittoria stancandosi un po’ meno. La ricetta dei Blancos è che nessuno è indispensabile per le vittorie e tutti, compresi i giocatori in panchina sono dei numeri uno e dei campioni di altruismo in campo.  

Per gli spagnoli è la tredicesima Champions League. E’ una squadra da extraterrestri con un calcio spettacolare e stellare. Come hanno scritto i giornalisti sportivi del mondo. Finisce con una doppietta di Bale, gol di Benzema  e di Manè. Insomma una squadra che non gioca a calcio, ma sbalordisce con reti da storia del calcio. Ricorda il Bayern e l’Ajax degli anni settanta. Loro però hanno una riserva da 100 milioni a cartellino. Non sono semplici finali ma sono spettacoli perfetti della storia del calcio mondiale. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA