Illusione e meschinità

Scritto da  Pubblicato in Maria Arcieri
Vota questo articolo
(27 Voti)

maria_arcieri-09102017-140215.jpgEsiste la categoria degli illusionisti. Sono uomini da evitare, persone tossiche. Ci sono in circolazione molti illusionisti. E’ facile da incontrare anche nella vita di coppia.

Anche da classificare. Come si comporta? Sparisce, scompare, si dissolve nel nulla. Fugge da una relazione che ha deciso unilateralmente che non debba continuare più. E’ una moda del momento. Non sono definibili nella categoria degli uomini. Dal tradimento della fiducia; al senso di abbandono; sono sgradevolissime sensazioni anche di aver subito un rifiuto comunicato nel peggiore dei modi, con il peggiore degli atteggiamenti passivo-aggressivo. Passiamo all’identificazione, il tipo potrebbe avere dai 16 anni ai 78 anni, lo definisco illusionista perché proprio come un prestigiatore scompare e anche perché con il suo atteggiamento precedente di presenza costante e rassicurante ha creato una serie di illusioni alle quali, onestamente, era difficile non credere. Quando scompare, si giustifica dicendoti che non voleva farti soffrire rifiutandoti.

L’illusionista è il tipo di uomo che a pieno titolo rientra nel vasto gruppo dei “giocatori”, con le persone, più in particolare gli uomini con le donne: giocano di volta in volta a fare gli innamorati, i tormentati, i fidanzati solleciti, si divertono nel solo gioco della manipolazione, di ingannare una persona e di sottometterla attraverso modalità di comportamento ingannevoli. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA