Ritorno al Renda per il Sambiase che ospita l'Amantea. In casa pure l'Atletico Maida contro il Mileto

gianni-renda-stadio-sambiase-nuovo-2015-2.jpg

Lamezia Terme - Tutte, o quasi, in campo regolarmente domani pomeriggio le compagini lametine, e dell’hinterland, militanti nei campionati regionali di Promozione o Prima Categoria. Solo il Pianopoli anticipa scendendo in campo oggi pomeriggio in quel di Mammola, ospite della matricola Vallata del Torbido. In Promozione, torna finalmente al “Gianni Renda” il Sambiase Lamezia 1923. Come noto, infatti, sebbene tramite singole, e di volta in volta da valutare, ordinanze comunali, a seguito dell’incontro tenutosi in Prefettura alla presenza dei rappresentanti delle varie società lametine, del Commissario Straordinario del Comune, Francesco Alecci, e dello stesso Prefetto Francesca Ferrandino, si è deciso di riaprire i tre principali stadi cittadini in attesa del loro definitivo accatastamento. Giallorossi desiderosi di riprendere l’appuntamento con la vittoria dopo il passo falso, il primo della stagione, di mercoledì in Coppa Italia, sebbene al cospetto di un avversario di categoria superiore.  Solo “problemi” di abbondanza per il tecnico Danilo Fanello che dovrebbe avere tutti a disposizione per il match, fischio d’inizio alle 15:30,  contro  il Città di Amantea.  A proposito dei blucerchiati, in settimana è arrivata la stangata del Giudice Sportivo ai danni dell’estremo difensore Simaribenigno che, lo ricordiamo,  era stato espulso durante l’intervallo della gara di domenica scorsa contro l’Asd Vigor Lamezia Calcio 1919. Il portiere è stato squalificato fino al prossimo 31 dicembre “per avere, a fine primo tempo, aggredito verbalmente e colpito con un schiaffo ad uno zigomo il dirigente accompagnatore ufficiale della società Vigor Lamezia”.

Quest’ultima sarà invece di scena a Roseto Capo Spulico, ospite della Juvenilia, squadra ancora a secco di punti e che ha subito ben sette reti in questi primi 180’ di campionato.  Un solo elemento in forte dubbio per mister Viterbo: il bomber argentino Barbuio, reduce da un taglio al piede suturato con un paio di punti. Per il resto tutti arruolabili, compresi Maruca e Andricciola che rientrano dalla squalifica, ed il difensore Folino, pur non essendo ancora al 100%. Salterà, per stop disciplinare, la sfida contro la sua ex squadra, l’esterno Giovanni Lettieri, fuoriquota della Vigor Lamezia, in Lega Pro e serie D,  poche stagioni fa. Trasferta al  “Centro Sportivo Marca”, dove dovrà vedersela con la Brutium Cosenza, per la Promosport di Tony Lio. Un solo assente, nell’occasione, tra le fila biancazzurre: l’ancora infortunato Carlo Gallo. Impegno interno, al cospetto della Rossanese, per la Garibaldina.

In Prima Categoria, esordio stagionale al “Pino Nicolazzo” per l’Atletico Maida che riceverà la visita del Real Mileto. Una gara da vincere, dopo il comunque positivo pari di Caulonia, per iniziare a confermare i galloni di squadra tra le meglio attrezzate per il salto di categoria. L’allenatore Alessandro avrà tuttavia diversi problemi di formazione, dovendo fare a meno di tre pedine. Martino deve scontare l’ultimo turno di stop retaggio dell’infausto play-out perso con la Villese, Musa è out per infortunio, mentre El Aoudì rientrerà dal Marocco solo a metà ottobre. In forse anche il difensore Frijia dopo il guaio muscolare accusato durante il riscaldamento  pre gara di Caulonia. Insidiosa trasferta in quel di San Calogero per la Scommettendo.it Fronti. Anche se non è più il San Calogero della scorsa stagione, avendo perso qualche pezzo da novanta (vedi i due Monteleone in attacco, passati al Capo Vaticano), quello vibonese resta tradizionalmente un campo “caldo”. Biancorossi lametini comunque rinfrancati dalla decisione del Giudice Sportivo che in settimana ha tramutato la sconfitta interna per 1-0 contro il Badolato in 3-0 a tavolino a favore dei ragazzi di mister Lucchino.

“Il Giudice Sportivo territoriale, - si legge nella sentenza - letti gli atti ufficiali di gara dai quali risulta che l'assistente arbitrale signor Lopilato Giuseppe, nato il 23.04.1958, della società Badolato durante la gara specificata in epigrafe al 48° del secondo tempo veniva allontanato dal direttore di gara per aver tenuto un comportamento offensivo nei suoi riguardi; rilevato che il Giudice Sportivo Territoriale all'atto della registrazione della sanzione a carico del predetto Lopilato Giuseppe accertava che lo stesso non risultava tesserato per la società Badolato giusti ulteriori accertamenti esperiti presso gli uffici del CR Calabria; rilevato che alla data della disputa della gara il predetto assistente arbitrale non aveva titolo a partecipare; visto l'Art. 17 comma 5 punto e 18 a del C.G.S. delibera: 1) Infliggere alla società BADOLATO la punizione sportiva della perdita della gara con il risultato di 0-3; 2) Infliggere alla società BADOLATO l'ammenda di € 150.00; 3) Infliggere al signor Lopilato Giuseppe nato il 23.05.1958 la squalifica per UNA gara effettiva a far data dal suo tesseramento”. In terra vibonese, mister Lucchino dovrà fare a meno di Colacino, Morelli e Talarico, oltre al solito Iudicelli.

Ferdinando Gaetano

© RIPRODUZIONE RISERVATA