Sindaco, adesso i fatti!

Scritto da  Pubblicato in Tonino Iacopetta

tonino_iacopetta.jpgAl nuovo sindaco lametino, nel fare la giunta, consiglio caldamente di tenere nel dovuto conto i giovani consiglieri appena eletti, facendo fruttare il loro entusiasmo e la loro elevata trasparenza. So bene che il sindaco punta molto sulle competenze ma il compito di un assessore consiste non tanto sulle competenze, che se ci sono tanto meglio, ma nell’attivare e coordinare procedure virtuose. Subito, il neosindaco deve invertire a trecentosessanta gradi la tendenza passiva che sino ad ora hanno avuto i governanti di Lamezia nei rapporti con le istituzioni: Lamezia è rimasta isolata e penalizzata sotto questo profilo. Subito, il neo eletto sindaco si deve muovere per realizzare quella che io chiamo la città integrata e cioè Nicastro a Sambiase, centralmente, con gli altri aggregati urbani, devono essere una cosa sola. Subito, si deve attivare il novello sindaco a risuscitare la morta economia cittadina, spalancando occhi e orecchie a trecentosessanta gradi sulle normative riguardanti le risorse che la UE assegna alla nostra Regione, nell’ambito della quale, comuni come Lamezia, considerevole sito, associandosi con le vicine realtà urbane, possono, come legge comunitaria prevede, mettere in campo iniziative a carattere economico che creino posti di lavoro, altro che comprensorio di cui parlava il buon dottore Sonni in campagna elettorale, una realtà parrocchiale che forse poteva andare bene venti, trenta anni fa.          

© RIPRODUZIONE RISERVATA