Lamezia, Rubino e Viviano: “Il Sindaco insedi la Commissione Pari Opportunità”

Rubino-e-Viviano_2dc2a.jpgLamezia Terme - “Spiace constatare che la Commissione Pari Opportunità al Comune di Lamezia Terme ancora non si sia insediata, eludendo l’articolo 7 del regolamento comunale che, al comma 1, così recita: ‘La Commissione è insediata dal Sindaco entro 60 giorni dalla elezione del Consiglio’”. E’ quanto affermano Rosy Rubino e Chiara Viviano del partito Fratelli d’Italia e componenti della Commissione Pari Opportunità. 

“Vogliamo credere che si sia trattato di una svista, date le innumerevoli emergenze che investono il territorio cittadino – osservano – ma il nostro auspicio è che si provveda subito ad insediare la Commissione Pari Opportunità, considerate le tantissime difficoltà di natura economica, sociale, culturale e istituzionale insite nel territorio comunale e che riguardano la parità di genere e le pari opportunità nel loro complesso”. “Un quadro – aggiungono - le cui criticità si sono acuite con il periodo pandemico, sia per le donne che per i diversamente abili, e con la guerra in Ucraina. Donne e bambini continuano a fuggire dalle zone colpite dal conflitto e noi dobbiamo essere pronti ad accoglierli, utilizzando tutti i mezzi o strumenti in nostro possesso”.  “Dall’organismo permanente di consultazione – concludono Rubino e Viviano – potrebbero giungere, infatti, importanti indicazioni per rimuovere tutti quegli ostacoli che ancora oggi impediscono, anche nella città di Lamezia Terme, di realizzare un contesto sociale più equo e solidale”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA