Attivato a Cosenza sportello difesa legale animali

Maltrattemento-animali.jpg

Cosenza - Arriva anche in Calabria il servizio legale in difesa degli animali. Si tratta di uno sportello, attivo ormai da diversi mesi tramite il portale www.difendiamoglianimali.org, nato per tutelare i diritti degli animali, che agisce in tutto il territorio nazionale e che ora e' operativo anche a Cosenza.

"Il fenomeno di maltrattamenti, lesioni, uccisioni di animali, anche da compagnia, e' tristemente in aumento -spiega una nota - e ne sono testimonianza i continui casi di cronaca che non risparmiano purtroppo nessun territorio. Nella nostra regione fece scalpore, la scorsa estate, la barbara esecuzione di Angelo, il cane di Sangineto massacrato da quattro ragazzi in cerca di macabro divertimento. Proprio sull'onda dell'indignazione che simili gesti scatenano e dal desiderio di dare voce e tutela a chi non ne ha, gli animali appunto, e' nata questa iniziativa nella zona di Massa Carrara per impulso dell'avvocato Francesca Menconi, che in breve tempo ha creato una rete di legali, esperti in legislazione animale, cresciuta nel giro di pochi mesi e ormai presente in ogni regione. In Calabria, il legale di riferimento e' l'avvocato Anita Frugiuele, penalista del Foro di Cosenza, da sempre impegnata su questi temi. Lo sportello legale - continua il comunicato - si rende disponibile a ricevere segnalazioni nel caso di maltrattamenti, abbandoni, e in generale in riferimento ad ogni tipo di reato a danno degli animali, assicurando una tutela in sede penale e civile anche attraverso l'ausilio delle forze dell'ordine e delle autorita' competenti in caso di sequestri, sopralluoghi, indagini e ogni attivita' inerente responsabilita' legali. I professionisti operano in modo gratuito, curando le varie pratiche dall'inizio alla fine e costituendosi, se richiesto, parte civile a favore delle associazioni animaliste nei procedimenti penali concernenti i relativi reati. Ad oggi sono gia' numerosi i casi seguiti con successo dagli avvocati animalisti, che sono riusciti a far sequestrare diversi cani vittime di maltrattamento da parte dei rispettivi proprietari, affidandoli alle cure esperte di personale specializzato. Le segnalazioni possono essere effettuate al numero 3298059844 oppure via email all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.".

© RIPRODUZIONE RISERVATA