Da Conflenti parte “Calabria Ispirata”, la fiera itinerante sul turismo ispirazionale

conflenti-tour-calabria-ispirata2209.jpg

Conflenti – È partita oggi, dal piccolo centro del Reventino, la terza edizione di un evento unico nel suo genere: “Calabria Ispirata”, fiera itinerante sul turismo ispirazionale che da tre anni anticipa il Festival dell’ospitalità che si terrà, per il 2018, a Nicotera dal 28 al 30 settembre. Calabria Ispirata nasce da un’idea di Roberta Caruso ed è un evento che valorizza e anima i territori calabresi, offrendo ai partecipanti esperienze uniche attraversando la regione da Nord a Sud. Un tour che racconta esempi di ospitalità che coniugano innovazione e tradizione, coinvolgendo il viaggiatore nella vita quotidiana dei luoghi che visita. L’evento è partito da Conflenti, borgo dell’entroterra del lametino che negli ultimi anni sta puntando alla valorizzazione del paesino attraverso il recupero delle tradizioni musicali. “Tradizioni musicali e ospitalità” è infatti il tema della giornata conflentese organizzata a cura dell’Associazione “Felici & Conflenti”. La giornata ‘felice a Conflenti’ è iniziata alle 10 quando danzatori, musicisti, ricercatori e portatori della tradizione hanno incontrato il gruppo di tour operator e influencer alla scoperta delle bellezze che Conflenti offre. L’obiettivo, infatti, è quello di coniugare la ricerca musicale con il turismo responsabile e sostenibile in un’atmosfera di festa. Nel pomeriggio si sono tenuti nel centro storico di Conflenti superiore i laboratori di strumenti e danza tradizionale e il laboratorio di intaglio e di cucina dove protagonisti sono stati "I buccunotti Cujjintari". Spazio anche a mostre di strumenti tradizionali e incontri con gli artigiani del territorio. La giornata termina con la Festa in Piazza Sant'Andrea con degustazioni di prodotti locali, musica e balli con i suonatori tradizionali. Una nuova forma di turismo che può essere definita “al contrario” quello che i tour operator nei loro pacchetti intendono offrire, un turismo che non si concentra solo sul benessere del visitatore ma che parte anche dal luogo e dalla comunità ospitante per valorizzarla.

tour-operator-22092018.jpg

Tutto questo grazia a Calabria ispirata che “racconta un territorio da scoprire e conoscere tutto l’anno – sottolineano gli organizzatori della fiera - che non insegue le stagioni ma si costruisce sulle personalità e sulle unicità di chi ha legato se stesso al proprio contesto di riferimento. È la proposta di una terra che parte dalle risorse umane, dai dettagli che uniscono luoghi e persone, definendo ogni volta un’esperienza in se irripetibile. Turismo di formazione, viaggio d’approfondimento e la possibilità di una vacanza per dis-imparare è ciò che rende la Calabria una regione da conoscere e apprezzare. L’ospitalità non è un lavoro ma un talento e come tale varia e si disvela nei diversi volti che si incontrano durante il cammino, perché “chi viaggia senza incontrare l’altro, non viaggia, si sposta”.

Altre tappe del tour sono: Montalto Uffugo, Altomonte, Cirò, Mongiana, San Floro, e per finire Nicotera, dove si terrà la tre giorni del Festival dell’Ospitalità.

Il gruppo di visitatori, invece, è formato da tour operator: Francesco Pagliarulo per Puia Emotion- tour operator esperienziale, Giancarlo Dell’Orco per Vacanzattiva- marketplace di tour operator legati al mondo dell’outdoor e gli influencer Francesco Cristiano per Viatoribus- editore di guide di viaggio, Stefano Raso per Itinerari e Luoghi- rivista italiana specializzata in turismo esperienziale, Laura Testa per Eurocomunicazione.com. A guidare il gruppo Roberta Caruso, referente del Team dell’Ospitalità.

foto-ballo-conflenti-tour2209.jpg

foto-calabria-ispirata-22092018.jpg

© RIPRODUZIONE RISERVATA