Intimidazione ad azienda dirigente Coldiretti nel cosentino: tagliati alberi

Marsio-Blaiotta-02242018-195709.jpg

Amendolara (Cosenza) - Un atto vandalico è stata compiuta contro l'Azienda "Costa dei Greci" nel comune di Amendolara, di proprietà dell'imprenditore Marzio Blaiotta dirigente di Coldiretti e presidente del Consorzio di Bonifica di Trebisacce e dell'Anbi Calabria, ha subito un atto vandalico. Ignoti hanno tagliato 200 piante di albicocche e distrutto l'impianto di irrigazione. Lo ha reso noto il deputato Nicodemo Nazzareno Oliverio esprimendo "affetto fraterno e solidarietà piena a Marzio Blaiotta per il vile atto intimidatorio". "Si tratta - aggiunge Oliverio - di un gesto inqualificabile che non fermerà l'impegno e l'azione di Blaiotta, che sono sicuro potrà contare sulla azione e sulla iniziativa di tutte le istituzioni".

la solidarietà di Scalzo (Pd)

"Esprimo ferma condanna per il vile atto intimidatorio commesso ai danni dell'azienda agricola di Marsio Blaiotta, presidente del Consorzio di Bonifica dei 'Bacini dello Jonio' di Trebisacce e dirigente Coldiretti. Il taglio di centinaia di piante da frutto e la distruzione dell'impianto di irrigazione rappresentano un duro colpo al cuore un'azienda seria, guidata da un imprenditore onesto e capace, impegnato attivamente su più fronti". È quanto dichiara il candidato del Partito Democratico al Senato, Antonio Scalzo. "Proprio per i ruoli pubblici rivestiti da Blaiotta, l'intimidazione nei confronti della sua azienda agricola assume connotati di particolare gravità - prosegue il rappresentante del PD - . Auspico perciò che le forze dell'ordine e la magistratura facciano al più presto luce sull'inquietante episodio. Ho sentito Marsio Blaiotta telefonicamente e gli ho manifestato vicinanza e piena solidarietà, invitandolo ad andare avanti con coraggio sulla strada dell'impegno per il bene comune e della legalità".

© RIPRODUZIONE RISERVATA