Lamezia, incontro del Rotary Club sull'ansia: cause, espressioni e rimedi

ansia-incontro-2-15.jpg

Lamezia Terme - “Squarciamo un velo sull’ansia. Cause, espressioni, rimedi”: è questo il titolo di una conversazione organizzata dal Rotary Club di Lamezia Terme, presieduto dall’Avv. Domenico Galati, tenutasi sabato scorso, 13 ottobre, in una sala gremita di pubblico del Chiostro del Convento di San Domenico. Relatore il dott. Antonio Mallamo, farmacista e psicologo, nonché socio del club, con intervento del dott. Luigi Pullia, dirigente psicologo dell’ASP di Catanzaro. Presenti, oltre a gran parte dei soci del club lametino e al presidente del Rotaract, i presidenti dei Rotary Club Reventino e Rogliano Valle del Savuto, i rappresentanti del club Lions e Soroptimist cittadini e numerosi ospiti. Dopo i saluti di benvenuto e una breve illustrazione dei profili professionali dei due relatori, il Presidente del club ha passato la parola al dott. Mallamo, il quale ha fornito un’ampia disamina dei fattori eziologici, delle forme di manifestazione e delle modalità di cura dell’ansia, soffermandosi particolarmente sulla stretta correlazione tra ansia e paura e sulla necessità di distinguere l’ansia patologica da quella - momentanea e con effetti addirittura benefici - in cui si incorre normalmente al verificarsi di determinazioni situazioni.

Un momento di particolare interesse è stato quando il relatore ha fatto leggere alla rotariana dott.ssa Natalia Majello una suggestiva lettera scritta figurativamente, in prima persona, dall’Ansia, estratta dal libro “Le streghe vanno a letto presto” di Carla Babudri. A sua volta, il dott. Pullia, oltre a soffermarsi su alcuni aspetti dell’ansia, ha condotto in sala un interessante esperimento di musicoterapia, settore nel quale ha effettuato, alcuni anni fa, un’importante ricerca i cui risultati sono stati presentati al 77° Congresso Nazionale SIMILII di Bologna. Il dott. Mallamo e il dott. Pullia hanno risposto infine alle numerose e variegate domande poste dal pubblico, che ha visibilmente molto apprezzato l’argomento della conversazione e quanto hanno detto i due esperti.    

© RIPRODUZIONE RISERVATA