E’ Carlo il vincente…su ogni panchina

Scritto da  Pubblicato in Maria Arcieri

maria_arcieri_aff18.jpgÈ il re Mida della panchina. È il Maurice Bejart delle squadre di calcio. Non è bellissimo ma è perfetto come c.t. È fascinoso perché da allenatore crea sempre la magia della e nella squadra. È lui: Carlo Ancelotti.  Dal Real Madrid al Napoli non ha sbagliato un colpo. Non ha primedonne nelle sue squadre ma crea il gruppo dei primi ballerini e da Albiol  a Zielinsky a Mertens a Insigne è una danza il suo effervescente calcio. È sempre vincente. Ha uno stile modesto l ex giocatore del Milan, umile e mai rabbioso alla Special One José Mourino (che adoro) .È seduto sulla panchina quasi sempre calmo che osserva i suoi giocatori con uno stile che pochi hanno, non sfila nei suoi vestiti come fanno alcuni suoi colleghi ma vince e rimonta come una squadra brasiliana alla Denilson, perché i suoi 11 giocatori non vivono le copertine dei giornali rosa, sorridono in campo e giocano come avveniva nel Napoli di Maradona.

Bandite le rivalità da sempre, le sue squadre sono vincenti e giocano a calcio, non fanno pugilato perche il c.t è vincente. E tutti e 11 sono vincenti nel loro ruolo e il Presidente sorride per i suoi trofei in panchina e sul prato verde che ogni domenica lo vedono con gli occhi brillare di entusiasmo. Sono giocatori atleti fisicamente, asciutti e non da gara di body building. Ha allenato anche  Modric e Marcelo quando era sulla panchina dove riscuoteva vittorie  con il Real Madrid. E inizia da qui la carta vincente dalla panchina. E lui è il c.t che tutti invidiano perché con Ancelotti  è sempre stellare il calcio dei suoi 11. E lui sorride poco e solo a risultato finale. Speriamo...

© RIPRODUZIONE RISERVATA