Le eccellenze calabresi nascoste

Scritto da  Pubblicato in Filippo Veltri

filippo_veltri_ae818.jpgA Bari l’AgriAcademy di Ismea, il progetto di alta formazione realizzato in collaborazione con il Mipaaft con l’obiettivo di avvicinare gli agricoltori under 41 alle tematiche dell’Agricoltura 4.0, della digital transformation, dell’export management e del marketing, lavorando alla costruzione di veri progetti sonostati circa 50 i giovani imprenditori presenti che, nel primo giorno della maratona, che hanno presentato 16 concept di agricoltura innovativa, diventati 4 dopo una selezione non competitiva effettuata dagli stessi imprenditori.

  Al termine della 3 giorni, i concept si trasformeranno in veri progetti di impresa, con il dettaglio di tutti gli aspetti del modello di business, dalla proposta di valore alla strategia di posizionamento di mercato. Il tutto grazie al contributo del gruppo e ai preziosi consigli dei mentori e degli esperti di service design di #RuralHack. Tra i progetti selezionati anche Healthy Smiling, firmato a più mani da tre giovani imprenditrici agricole pugliesi e calabresi che hanno lavorato in team. Sono Milena Mastropierro di Bari, Stella Algieri di Cosenza e Costantina Tavani di Foggia. Ma vediamo di cosa si tratta. 

Healthy Smiling è un progetto di cura e salute che si realizza attraverso la produzione di prodotti sani e dall’alto valore nutrizionale, per amanti del wellness e per chi ha poco tempo per cucinare, realizzati con l’utilizzo di micro-ortaggi. Le tre imprenditrici hanno ideato un carrello di prodotti nutraceutici che si vende in farmacia e parafarmacia, per chi ha una vita veloce ma non vuole rinunciare alla genuinità dei prodotti locali. 

“La nostra rete d’imprese - spiegano le ideatrici - ha l’obiettivo di proporre nuovi prodotti legati al territorio, grazie alla combinazione delle tipicità delle singole attività. Sono prodotti di alto livello nutrizionale, per chi è attento alla prevenzione delle malattie e al buon funzionamento dell’organismo, e cerca un’alimentazione sana ma veloce e pronta”.

Della loro esperienza ad AgriAcademy dicono: “AgriAcademy è stata una grande opportunità per uscire dai nostri schemi, per alzare la testa dalla terra e guardare più avanti e più in grande nel rispetto del prodotto e del nostro lavoro”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA