Aggredì uomo in ospedale a Corigliano, trasferito in carcere 37enne dopo ricovero in psichiatria a Lamezia

ospedale-rossano-ok.jpg

Lamezia Terme - A inizio maggio aveva aggredito con calci e pugni un uomo, di nazionalità bulgara - ancora ricoverato in gravi condizioni - nella sala d'attesa del pronto soccorso dell'ospedale di Corigliano. Il 37enne, A.C. invece, era stato arrestato dai militari che erano intervenuti per bloccarlo, visto che l’uomo era andato in escandescenza, dopo essersi allontanato dal reparto di psichiatria.

A.C., di Cariati, inoltre, dopo la convalida del fermo, era stato trasferito nel reparto di psichiatria dell'ospedale di Lamezia Terme per essere sottoposto a Trattamento sanitario obbligatorio in quanto l'uomo era fuggito dal reparto psichiatrico dell'ospedale cosentino al momento dell'aggressione. Il gip del tribunale di Castrovillari, in seguito alle dichiarazioni del direttore sanitario del reparto lametino, inerenti la stabilizzazione delle sue condizioni cliniche, ha emesso un'ordinanza di custodia cautelare in carcere per tentato omicidio nei confronti di A.C. eseguita stamani dai carabinieri della compagnia di Corigliano che hanno trasferito l'uomo dall'ospedale di Lamezia al carcere di Catanzaro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA