Lamezia, omicidio al campo rom: preso il presunto assassino, è un 31enne

Rom-omicidio-luigiberlingeri-amato-salvatore.jpg

Lamezia Terme – E' stato chiuso il cerchio intorno a colui che è ritenuto il responsabile dell’omicidio di Luigi Berlingieri, 51enne, che ha perso la vita ieri al culmine di una lite avvenuta all’interno del campo rom di Lamezia Terme.

E' stato infatti fermato Salvatore Amato, 31 anni, residente al campo rom di Scordovillo, a seguito di una serrata indagine congiunta da parte della Squadra Mobile di Catanzaro guidata da Nino De Santis e del Commissariato di Lamezia Terme guidato da Marco Chiacchiera, seguita dalla Procura lametina con a capo il Procuratore Salvatore Curcio. Maggiori dettagli sono stati illustrati questa mattina in una conferenza stampa. 

La lite sarebbe avvenuta per la circolazione di un quad all'interno del campo

Il trentenne è accusato di omicidio, porto abusivo d'armi e ricettazione. Amato, durante la lite avvenuta al campo rom di Scordovillo, sarebbe intervenuto con la propria arma, un fucile calibro 12 che teneva nascosto all'interno della cavità di un albero, per venire in soccorso del fratello coinvolto nella lite. I colpi avrebbero poi colpito in volto Luigi Berlingieri. La lite all''interno del campo avrebbe coinvolto più persone e sarebbe stata legata alla circolazione ad alta velocità di un quad all'interno del campo. Berlingieri sarebbe intervenuto per sedare la lite e sarà proprio l'autopsia sul suo corpo a stabilire se sia stato colpito o meno in maniera fortuita.

Amato si è poi disfatto dell'arma e, con il fratello coinvolto nella lite, è fuggito dal campo per sottrarsi alla Polizia. Lo stesso è stato poi rintracciato nella giornata di ieri a casa di una parente a Ciampa di Cavallo. Per il 31enne sarà depositata la richiesta di convalida del fermo. 

Berlingieri, residente all’interno del campo rom, da quanto accertato, sarebbe morto durante il trasporto in ospedale, colpito in pieno volto. Gli investigatori hanno sentito, quindi, diverse persone per ricostruire la dinamica e il contesto nel quale si è verificato l’omicidio, un contesto difficile, fatto di omertà all'interno del campo rom. 

salvatore_amato.jpgSalvatore Amato

Pubblicato da Il Lametino su Sabato 26 maggio 2018

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA