Lamezia, operazione “Asta la vista”: annullamento parziale per Michele Albanese

Faldoni-Tribunale_63dae.jpg

Catanzaro - Il Tribunale della Libertà di Catanzaro ha annullato 3 dei 4 capi d’imputazione che venivano contestati al cancelliere Michele Albanese (difeso dagli Avvocati Aldo Ferraro e Antonella Pagliuso), accogliendo sul punto l’appello cautelare proposto dai suoi difensori avverso l’ordinanza emessa dal Gip di Lamezia Terme lo scorso 6 aprile. Il Procuratore della Repubblica Salvatore Curcio aveva invece chiesto in udienza che fosse dichiarata l’inammissibilità dell’appello proposto nell’interesse di Albanese. I Giudici catanzaresi oggi hanno annullato l’ordinanza cautelare rispetto al più grave reato di abuso d’ufficio contestato al cancelliere al capo 73 della rubrica, laddove gli si contestava di avere intenzionalmente favorito Raffaele Calidonna nel fornirgli informazioni rispetto a talune procedure esecutive, nonché per 2 ipotesi di rivelazione di notizie coperte da segreto d’ufficio contestate ai capi 27 e 74 delle imputazioni.

Si dovranno ora attendere 30 giorni per conoscere le motivazioni di tali annullamenti, nonché della conferma dell’ordinanza per una residua imputazione di rivelazione di notizie riservate contestata al capo 23.