Operazione "Carminius" su 'ndrangheta in Piemonte: ritrovati riti di affiliazione

finanza-torino-18319_0e865-1.jpg

Torino - Vere e proprie formule da pronunciare nel corso di quello che è chiamato un 'rito di iniziazione', per chi aspira ad entrare nella 'ndrangheta. Sono quelle scoperte dalla guardia di finanza, nell'ambito dell'operazione 'Carminius' coordinata dalla Dda di Torino, che nei giorni scorsi ha portato all'arresto di una quindicina di persone e al sequestro di beni per 45 milioni di euro. Formule, regole, rituali di affiliazione e giuramenti di matrice 'ndranghetista erano scritti in alcuni appunti manoscritti nascosti in un vano ricavato nel muro del salotto dell'abitazione cuneese di Rocco Zangrà, già arrestato nel corso dell'operazione 'Barbarossa'. L'aver nuovamente individuato lo scritto contenente le regole, le strutture e i rituali di affiliazione alla ndrangheta, conferma il fatto che Rocco Zangrà continuasse a svolgere il suo ruolo di vertice dell'organizzazione tra l'alto cuneese e la bassa provincia di Torino.