Violenza sulle donne, 3 fratelli a processo nel vibonese per sequestro di persona e lesioni aggravate

violenza-sessuale-170719.jpg

Vibo Valentia – Saranno processati con rito abbreviato tre imputati di Vibo Valentia accusati di sequestro di persona e lesioni aggravate ai danni di una donna 40enne di Pernocari, frazione del comune di Rombiolo, nel Vibonese. È quanto disposto dal gup del Tribunale di Vibo Valentia che ha ammesso al processo con rito alternativo (che comporta uno sconto di pena pari a un terzo in caso di condanna) i fratelli: Luca Lo Bianco, 48 anni, Antonio Lo Bianco, 42 anni, e Salvatore Lo Bianco, 38 anni. Sono accusati di aver incatenato e imbavagliato in due diversi magazzini l’allora compagna di Luca Lo Bianco, pestata brutalmente, legata ad un macchinario per la tosatura delle nocciole, aggredita con calci, pugni e bastonate e poi minacciata di morte con una pistola. I dissapori fra Leoluca Lo Bianco e la donna sarebbero nati per la contrarietà della famiglia Lo Bianco a far vivere in casa loro i due figli che la donna aveva avuto da altre relazioni.