Calcio, vincono Promosport e Atletico Maida. Vigor 1919 passa il turno di Coppa Calabria

4938dbc8-fbd7-4b49-8503-35f37c4d9758_b531c.jpg

Lamezia Terme - Giornata più che positiva per due delle tre compagini “nostrane” di Promozione. Vincono la Promosport, che liquida con il più classico dei risultati la Garibaldina nel derby mare-monti del lametino, e, in trasferta, l’Atletico Maida.

Dopo i primi 180’ restano in cinque a punteggio pieno nel girone A di Promozione: Promosport, PraiaTortora, Juvenilia, Campora e Rossanese. Solo due, però, non hanno ancora subito alcun gol, ovvero Promosport e Campora.  La formazione del presidente Folino sta dunque rispettando la tabella di marcia essendo, organico alla mano, quella con l’organico più forte. Dopo il 2-0 rifilato al San Fili, con identico punteggio ieri pomeriggio ha battuto una Garibaldina alla lunga dovutasi arrendere al maggior tasso tecnico dei biancazzurri, scesi in campo anche stavolta in completo nero. 

Privo degl’infortunati Casella, Matteo Gagliardi e Corigliano, Claudio Morelli schiera i suoi con il solito 4-3-3 imperniato sulla solida coppia difensiva centrale Bruno – De Martino, sul play Scozzafava ed il tridente avanzato composto dal giovane Mercurio, Colosimo e Percia Montani in mezzo. Modulo speculare per i soveritani che schierano, tra gli altri, l’ex Sambiase De Sio tra i pali e l’ex Nicastro e Fronti Salvatore Di Cello in difesa. In panchina l’altro ex Nicastro e Fronti, Vaccaro.

Passano appena due giri di lancette quando Mascaro va via sulla destra e mette al centro un cross basso e teso che De Sio è reattivo a respingere in tuffo evitando guai peggiori. Al 6’, in seguito ad uno scontro aereo in area ospite, Di Cello ha la peggio e viene trasportato in ambulanza presso il nosocomio lametino per accertamenti alla testa. Al suo posto entra Bonacci, andandosi a posizionare sempre al centro della linea arretrata. La Promosport tiene saldamente le redini del gioco e crea più di un problema alla retroguardia giallorossa sulle corsie esterne. Al 13’ Lorecchio consegna sui piedi del 2003 Melina una sorta di rigore in movimento, tiro non molto forte che De Sio riesce a respingere, riprende Colosimo murato da due difensori. Poco dopo Mascaro decide di mettersi in proprio: il suo destro dai venticinque metri esce di poco. Al 22’ il portiere ospite è bravo a metterci una pezza in uscita dopo che una svirgolata di Ventura stava per mettere Percia Montani in condizione di battere indisturbato verso la porta. Alla mezzora l’unico vero pericolo corso dai padroni di casa. Punizione scodellata lunga in area da Casciaro, dalle retrove Bonacci sorprende tutti ma, da ottima posizione, di testa non inquadra lo specchio. È solo un fuoco di paglia però, la Promosport torna subito a riversarsi nella meta campo avversaria. Bella triangolazione nello stretto tra Colosimo e Percia Montani con tiro a incrociare del primo che esalta i riflessi di De Sio. Altro scambio che porta stavolta Mercurio alla conclusione di contro balzo: fuori di un paio di metri con De Sio pietrificato. Lo stesso numero undici poco dopo effettua un tiro-cross che costringe il pipelet avversario a rifugiarsi in corner. Nel secondo dei tre minuti di recupero gran botta di Scozzafava dalla lunetta, respinta corta di De Sio con Mascaro più lesto di tutti a ribadire in rete. Per il primo assistente l’ex Vigor e Sambiase era tuttavia in posizione di off-side, per cui si va al riposo ancora sullo 0-0.

A inizio ripresa mister Morelli decide di aumentare il peso offensivo dei suoi mandando in campo Russo al posto di Mascaro, con contestuale arretramento di Melina a terzino destro. Sull’altro fronte Cipparrone fa entrare Cappello per Ventura, con Casciaro arretrato da mezzala a centrale difensivo. L’ex bomber di Vigor e Sersale per poco non lascia subito il segno. Bonacci mura la botta ravvicinata di Bruno, la palla carambola sui piedi di Russo che da posizione leggermente defilata incrocia colpendo la base del palo più lontano prima che la difesa ospite spazzi la minaccia. Il vantaggio è nell’aria e infatti arriva al 13’ allorquando Percia Montani crossa dalla destra a centro area dove Colosimo brucia sul tempo tutti schiacciando di testa alle spalle di De Sio. Entra Villella al posto di Percia Montani e si passa ad una sorta di 4-2-3-1. Al 28’ stavolta Colosimo veste i panni di uomo assist, consegnando a Russo un cross basso che il centravanti di Botricello deve solo spingere in rete. 2-0 e gara che di fatto finisce qui. Il tecnico lametino ne approfitta per concedere un po’ di minutaggio a Gabriele Gagliardi e agli ancora più giovani De Fazio e Perri, entrambi classe 2004.

Decisamente meno prevedibile l’exploit in quel di Montalto Uffugo di un Atletico Maida in formazione ancora più rimaneggiata rispetto a quella ch’era scesa in campo contro il Campora. Ieri pomeriggio, infatti, mister Pino Alessandro ha dovuto fare a meno, per infortunio, di quattro pezzi da novanta quali capitan Romagnuolo, il fantasista Scalese e gli attaccanti Martinez e Paradiso.

atletico-maida-26-9-2021_1aee2.jpg

Primo tempo di marca maidese con i locali della D.B. Rossoblù Luzzi pericolosi solo con la girata aerea di Fabbricatore, a ricevere un cross dalla destra, di poco alta.  L’estremo difensore di casa deve invece sfoderare due pregevoli interventi su Vescio e Tropea per mantenere lo 0-0.  In avvio di ripresa gran punizione di Tropea, tra i migliori in campo, che incoccia sotto la traversa senza però oltrepassare la linea di porta. A passare in vantaggio sono invece i cosentini con Scarnato, lesto a svettare di testa su corner dalla sinistra.  L’Atletico non si scoraggia e ancora Tropea sfiora il palo.  Al 17’ Vescio riporta in parità il punteggio con un gran tiro dal limite. Poco dopo lo stesso ex Sambiase avrebbe la chance per fare doppietta, penetra in area ma si fa recuperare da Scarnato. La rimonta si completa ugualmente: cross di Comito, sponda aerea di Torchia per Sohna che di piatto gonfia la rete. A 10’ dal termine, Carchedi rimedia un trauma cranico a seguito di uno scontro di gioco con Fabbricatore, ed è costretto ad uscire. Nel finale Sohna, prima, e Vescio dopo, davanti al portiere sciupano il possibile 3-1. Dopo otto lunghi minuti di recupero, arriva il triplice fischio finale per la soddisfazione dei giallorossi che balzano a quota tre assieme a Villaggio Europa Rende, Garibaldina e Trebisacce.     

Questo l’undici ieri schierato dall’Atletico Maida: Baratta, Bubba, Lucia, Torchia, Carchedi (35’st Curcio), Grande, Comito, Morelli, Vescio, Tropea (33’st Decio), Sohna. In panchina: Michienzi, Gatto, Fratia, Ruberto, Vennera, Torquassio.

Scendiamo in Prima Categoria dove ieri si sono giocate le gare di ritorno del primo turno di Coppa Calabria. Tra le varie partite in programma, anche quella del “Gianni Renda” tra la Vigor 1919 e l’As Mangone Calcio. Si ripartiva dallo 0-1 dell’andata frutto del gol bianco verde segnato da Giudice. Stavolta è finita 1-1, risultato che ovviamente qualifica la Vigor 1919 al secondo turno. Entrambe le reti sono maturate nella ripresa. Al 23’ l’arbitro assegna un calcio di rigore ai lametini per fallo su Buccinnà. Dal dischetto Leta, fuoriclasse per la categoria, trasforma spiazzando l’estremo difensore ospite. Al 90’ i cosentini trovano il pari con Gallo che però non cambia nulla in tema qualificazione. Circa duecento gli spettatori presenti sugli spalti dell’impianto di contrada Savutano. Questa la formazione nell’occasione mandata in campo dall’allenatore vigorino Leonardo Viterbo: Nascardi, Gallo, Calidonna, Tarzia (‘st Simonetti), Caruso, Rizzuto, Giudice (‘st Buccinnà), Bernart, Zaffino (‘st Scarpino), Leta, Perri (‘st Serra).

vigor-26-9-2021_43f72.jpg

Promosport – Garibaldina  2-0

Promosport (4-3-3): Mercuri sv; Mascaro 6.5 (1’st Russo 6.5), Bruno 6.5, De Martino 6, Schirripa 6.5 (40’st De Fazio sv); Melina 6, Scozzafava 6.5 (42’st Perri), Lorecchio 6.5; Mercurio 6.5 (31’st Gagliardi G. sv), Percia Montani 6.5 (16’st Villella 6), Colosimo 7. In panchina: Gonzales Brun., Porpora, Ventura. Riccelli. Allenatore: Morelli 6.5

Garibaldina (4-3-3): De Sio 6.5; Pascuzzi 5.5, Ventura 5.5 (1’st Cappello 6), Di Cello sv (7’pt Bonacci 6), Ianni 5.5; Garofalo 5.5 (41’pt Scalise 6), Lanzo 6, Casciaro 6 (29’st Colosimo sv); Fazio 6, Provenzano 5.5, Cittadino 5.5 (24’st Gigliotti 5.5). In panchina: Rizzuto, Vaccaro, D’Andrea, Marasco. Allenatore: Cipparrone 5.5

Arbitro: Giovanni Condito di Catanzaro (De Leo e Barbaro di Reggio Calabria)

Marcatori: 13’st Colosimo, 28’st Russo

Note: pomeriggio caldo. Spettatori 150 circa. Ammonito Gigliotti (G). Angoli 11-1. Recupero: 3’pt e 3’st  

Ferdinando Gaetano

© RIPRODUZIONE RISERVATA