Calabria: Malato di Sla dopo pellegrinaggio a Medjugorje le sue condizioni fisiche migliorano

medjugorje.jpg

Piane Crati - Un malato di Sla, Cristian Filice, 37 anni, di Piane Crati, nel cosentino, ha visto migliorare le sue condizioni di salute dopo un pellegrinaggio a Medjugorje. Ora a Piane Crati sono in molti a gridare al miracolo e per questa sera è stata organizzata una veglia di preghiera. Nelle settimane scorse l'uomo, insieme alla moglie Francesca ed ai suoi due figli, era in pellegrinaggio a Medjugorje quando improvvisamente, secondo il suo racconto, avrebbe sentito una voce che lo spingeva a salire sulla collina impervia. Insieme alla moglie e due sacerdoti ha affrontato la salita e, improvvisamente, si è alzato ed è andato verso la grande Statua che segna il punto esatto in cui la Madonna è apparsa ai veggenti. Quando ha raggiunto la meta i due sacerdoti e la moglie lo hanno visto piangere. Filice, che in Calabria è anche referente dell'Associazione Aisla di Cosenza, dopo la sua esperienza è tornato a casa. Ora le sue condizioni, improvvisamente, sono migliorate. Cammina da solo, non ha più bisogno del respiratore di notte, e tra qualche settimana toglierà anche il sondino che lo aiutava ad alimentarsi. I protocolli medici prevedono ulteriori esami, ma secondo quanto si è appreso i sanitari parlano già di netto miglioramento delle sue condizioni di salute.