In Calabria 2.929 incidenti stradali in un anno, 127 morti: percentuale in aumento

vittime106_03ea8_73eba.jpg

Catanzaro - Nel 2018 si sono verificati in Calabria 2.929 incidenti stradali che hanno causato la morte di 127 persone e il ferimento di altre 4.862. Rispetto al 2017, il numero dei feriti resta sostanzialmente invariato mentre aumentano gli incidenti (0,7%) e le vittime della strada (27%) in netta contrapposizione alla tendenza nazionale che presenta diminuzioni seppur modeste per tutti i suddetti aggregati. Emerge da un focus dell'Istat. Nel periodo 2001-2010 le vittime della strada si sono ridotte del 20,2%, meno della media nazionale (-42%); nel periodo 2010-2018 si registrano variazioni, rispettivamente di -13,3% e -19%. Sempre fra 2010 e 2018 l’indice di mortalità sul territorio regionale è aumentato da 4,1 a 4,3 deceduti ogni 100 incidenti mentre quello medio nazionale è rimasto invariato (1,9). Nel 2018, l’incidenza degli utenti vulnerabili per età (bambini, giovani e anziani), deceduti in incidente stradale, in Calabria è superiore alla media nazionale (46,5% contro 45,3%). Guardando invece agli utenti vulnerabili secondo il ruolo che essi hanno avuto nell’incidente (conducenti/passeggeri di veicoli a due ruote e pedoni) il loro peso relativo (sul totale dei deceduti) misurato nella regione è inferiore nel 2018 a quello nazionale (33,9% contro 48,8%).

Negli ultimi otto anni (2010-2018) l’incidenza di pedoni deceduti è aumentata in Calabria passando da 10,1% a 17,3% mentre nel resto del Paese è aumentata da 15,1% a 18,4%. I costi sociali degli incidenti stradali quantificano gli oneri economici che, a diverso titolo, gravano sulla società a seguito delle conseguenze di un incidente stradale. Nel 2018 il costo dell'incidentalità con danni alle persone è stimato in oltre 17 miliardi di euro per l’intero territorio nazionale (283,1 euro pro capite) e più di 428 milioni di euro (217,7 euro pro capite) in Calabria; la regione incide per il 2,5% sul totale nazionale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA