Lamezia, studente del liceo “Fiorentino” finalista alle Olimpiadi di Italiano

giacobbe-finalista-olimpiadi-italiano-liceo-fiorentino-2019.jpg

Lamezia Terme - Luca Francesco Giacobbe, 17 anni, studente del Liceo classico artistico “F. Fiorentino”, ha ottenuto il pass per la finale delle Olimpiadi di Italiano che si disputerà a Torino venerdì 5 aprile.  Al termine delle semifinali, svoltesi presso l’istituto “Fermi” di Catanzaro, l’allievo ha riportato uno score pari a 46,2 su 49 punti disponibili che gli ha permesso di ottenere il primo posto per la categoria senior (secondo biennio ed ultimo anno) in riferimento alla regione Calabria, 33esimo posto assoluto a livello nazionale su un totale di 1773 semifinalisti. Le Olimpiadi di Italiano costituiscono da sette anni una delle più importanti ed attese competizioni a livello nazionale. Basti pensare che all’edizione in corso hanno aderito più di 1200 scuole che hanno iscritto quasi settantamila studenti. Si tratta infatti di una gara bandita dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, promossa in collaborazione con l’Accademia della Crusca, l’Associazione per la Storia della Lingua Italiana, l’Associazione degli Italianisti e con la RAI che svolge il ruolo di Main Media Partner.

Luca Giacobbe, che a gennaio ha presentato il suo romanzo d’esordio, “Rêverie”, ha così commentato il soddisfacente risultato: “Non posso nascondere la mia felicità per un esito che rappresenta per me già una vittoria. Ci tengo a ringraziare il mio istituto che mi ha fatto crescere umanamente e culturalmente e, in particolare, il professor Ruberto, che ogni anno ci coinvolge in questa competizione prestigiosa e altamente formativa. Darò il meglio di me per portare in alto il nome della Calabria alle finali.”

Il dirigente scolastico del “Fiorentino”, Nicolantonio Cutuli ha accolto la notizia con estrema soddisfazione, affermando di aver già avuto modo di “apprezzare l’equilibrio e la razionalità di un ragazzo che, nel precedente anno scolastico, ha svolto con competenza ed efficacia il ruolo di rappresentante d’Istituto”. “In particolare - ha affermato - il successo di Luca premia la serietà e l’intelligenza di un allievo esemplare e costituisce un’ulteriore testimonianza della bontà del lavoro e dell’organizzazione di una scuola che dirigo con orgoglio e che continua ad ottenere risultati eccezionali in termini di qualità educativa e didattica”.

Sulla stessa lunghezza d’onda è apparso anche Vittorio Ruberto, docente referente d’Istituto per le Olimpiadi di Italiano e professore di Italiano della V B, la classe frequentata da Giacobbe: “A dire il vero, non è la prima volta che Luca ottiene risultati esaltanti, sia a livello individuale che insieme ai suoi compagni di classe. Questa è infatti la quarta partecipazione consecutiva di Luca alle semifinali regionali. Ciò significa che ha superato praticamente ogni anno la fase d’istituto della competizione. Nel presente anno scolastico, che lo condurrà a conseguire la maturità, ha pensato bene di fare qualcosa in più, guadagnandosi la finale di Torino nella quale sicuramente avrà modo di giocare le sue chances. In ogni caso, il solo fatto di avere occasione di confrontarsi con i migliori studenti della nazione costituisce di per sé un successo.”