Lamezia, vescovo Schillaci incontra la Corale Diocesana "Benedetto XVI" e l'Orchestra Diocesana

incontro-con-corale-20191.jpg

Lamezia Terme - Un senso forte di calorosa umanità nelle parole pronunciate da Sua Eccellenza Monsignor Schillaci durante l’incontro con la Corale Diocesana “Benedetto XVI” e con i ragazzi dell’Orchestra Diocesana nel salone del Seminario vescovile. L’incontro, fortemente voluto dal Vescovo, è stato non solo occasione attesa di reciproca conoscenza ma anche segno tangibile di comunità spirituale nel contatto con una realtà che, come ricordato dal direttore dell’Ufficio Liturgico don Roberto Tomaino, “conta oltre 80 elementi provenienti da circa venti parrocchie di tutta la Diocesi”. La Corale, nata a Lamezia in occasione della visita pastorale del 9 ottobre 2011 di Papa Benedetto XVI, allora sotto la guida del Maestro Caruso, nonostante la validità e l’impegno degli elementi, sembrava in realtà destinata a dissolversi in mille rivoli dopo l’evento, ma proprio il lavoro tenace di don Roberto Tomaino, che ne è anche Assistente spirituale, e la disponibilità dell’attuale Maestro Sara Saladino la riportano due anni dopo in piena attività, rendendola una delle realtà più efficienti e solide della Diocesi.

"Siate seminatori di bellezza"

“Non dimenticheremo mai il 6 luglio – dice il Maestro Saladino rivolgendosi al Vescovo in rappresentanza dei suoi coristi. – Grazie per il senso di umiltà e il sentimento paterno che avete trasmesso, e di cui ci siamo innamorati.” Un ringraziamento sentito, dunque, che viene immediatamente ricambiato da Sua Eccellenza. “Io credo che la Corale sia stata una componente molto importante nella celebrazione del 6 luglio – ha dichiarato infatti Monsignor Schillaci. – quindi grazie per il lavoro che avete fatto e che farete. E non scoraggiatevi per i sacrifici, ma andate sempre avanti. Che ciascuno di voi possa diventare un seme di bellezza, perché la musica è questo, e noi tutti abbiamo il compito di trasmettere il Vangelo attraverso l’arte e la bellezza. Con il vostro impegno potrete dare agli altri qualcosa di straordinario, perché il canto eleva l’uomo. Siate dunque seminatori di luce, di speranza, di bellezza.”

vescovo-inc-corale-20191.jpg

L’incontro si è concluso con uno scambio reciproco di doni: una cornice contenente un primo piano del Vescovo realizzato dal fotografo Marcello Rochira per Monsignor Schillaci, e un’immaginetta ricordo del giorno dell’Ordinazione vescovile che Sua Eccellenza ha consegnato personalmente a ciascun corista e a ciascun elemento dell’orchestra con affettuosa sollecitudine e personale ringraziamento. Il dono della Corale è stato accompagnato da una toccante lettera d’accompagnamento scritta dalla corista Caterina Muraca che ha messo in evidenza il senso di “umiltà, comunione, ascolto e servizio” che sembrano accomunare il lavoro della Corale e il ministero del nuovo Vescovo. Presenti all’incontro anche il responsabile della parte musicale Maestro Diego Apa e la responsabile di segreteria Annamaria Destito.

Giulia De Sensi