Il “color look”

Scritto da  Pubblicato in Alessandro Giudice

alessandro-giudice-blog.jpgQuando si parla di moda e di stile il tutto si racchiude in un'unica parola: Individualità. Ognuno di noi personalizza il proprio stile e si differenzia dagli altri in base all’aspetto fisico, la personalità e il carattere. Ma per avere un aspetto autentico e deciso si devono seguire alcune regole. Ogni essere umano è collocato all’interno di una scala cromatica che distingue i colori caldi da quelli freddi. Un bravo hair style deve saper analizzare bene la tipologia di capello che si ha davanti e saperla collocare all’interno della scala cromatica, perché un capello che ha un pigmento caldo verrà trattato in maniera differente da un capello con un pigmento freddo e viceversa. Queste distinzioni inoltre ci aiutano anche nello scegliere il make up e il tipo di vestiario da indossare. Se si hanno dei capelli con riflessature naturali tendenti al dorato, al miele che mirano sul giallo/rosso allora verranno collocati nelle tonalità dei colori caldi; caratteristiche delle zone mediterranee.

Quando, invece, ci troviamo davanti dei biondi chiarissimi o dei colori che comunque tendono ad avere una pigmentazione che mira al cenere allora collocheremo queste tipologie di colorazione nella sfera dei colori freddi, che solitamente riscontriamo nelle donne nordiche. Per esempio su carnagioni scure o olivastre e sconsigliato un biondo freddo, al contrario sono consigliate tonalità calde come i castani, i rossi o i marroni. Per le carnagioni chiare con presenza di lentiggini si consiglia una colorazione rame/arancio o dei biondi freddi che potranno essere accompagnati anche da effetti luce/mechès. Oggi giorno troviamo un’infinità di colori da poter accostare ai nostri capelli, ma è molto importante affidarsi ad un professionista che prima farà un’analisi della cute e dello stato di salute dei capelli e poi saprà consigliare il colore da effettuare e la tipologia di colorazione da utilizzare. In commercio oggi si trovano diverse tipologie di colorazione: colori senza ammoniaca, hennè, colori ad olio, colori allo yogurt ecc… Quindi l’occhio dell’esperto è sempre necessario per non andare incontro a problemi che potrebbero interessare la cute e i capelli (a volte anche seri) e per avere l’effetto desiderato.

Il colore dei capelli è l’inizio di un progetto che mira alla personalizzazione del proprio look. Ad un colore verranno accostati un taglio e una piega personalizzati (che andremo ad analizzare più dettagliatamente nei prossimi articoli); a questo progetto di personalizzazione del look verrà associato un make up che metta in evidenza i segni particolari della persona. Anche per il make up è importante farsi consigliare da un esperto come i colori e le diverse sfumature che possano esaltare le particolarità di quel viso. Per una maggiore riuscita del mak eup è bene seguire alcuni accorgimenti come l’applicazione di una buona crema idratante prima di usare altri prodotti perché la pelle va preparata. Il colore dei capelli abbinato ad un giusto makeup è la chiave del vostro look. Abbiate cura del vostro look mantenendo sempre lo stile originale che ognuno di noi possiede.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA