A Lamezia nasce la prima scuola di beach volley, musica ed esibizioni all'open day

volley-lamezia-c11519.jpg

Lamezia Terme - “Il beach volley è uno sport sicuramente competitivo, ma, allo stesso tempo, unisce. È collaborazione, divertimento, piacere, ma, soprattutto, è famiglia”. Ilaria Perri ha un sorriso contagioso. E le sue parole sono cariche di entusiasmo in un giorno importante sia per lei che per la sua collega pallavolista Serena Torcasio. Sì, perché per le due atlete lametine oggi si concretizza il loro progetto “Seila Beach Sport”, la prima scuola di beach volley in città, per tutte le fasce d’età. Grazie alla “Arvalia Nuoto Lamezia”, che gestisce l’impianto comunale, la scuola si svolgerà all’aperto, su una superficie realizzata alle spalle della piscina “Salvatore Giudice”. Il tutto sotto la supervisione di un esperto: il maestro federale Valerio Del Carpio.

Particolarmente brioso l’open day della scuola di questo pomeriggio, con aperitivo di benvenuto, musica e un minitorneo d’esibizione, con dei giocatori che per l’occasione sono venuti dalla Puglia per una dimostrazione insieme ad altri player locali. “Vogliamo portare il beach volley in Calabria. Noi abbiamo le spiagge, cosa che già dal Centro-Nord non hanno. Però, lì questo sport è molto più sviluppato, perché c’è la mentalità. Mentalità che noi cerchiamo di portare qui, perché comunque è uno sport in grande evoluzione. Per noi è una sfida. Tutti ci hanno detto che è un'ottima idea, una novità, e andrà sicuramente bene. Ed essendo al centro della Calabria, cerchiamo di allargare il beach volley a tutta la regione. E poi abbiamo un grande coach. Uno dei migliori a livello nazionale. Iniziamo con la scuola, per tutte le età e per tutti i livelli. Poi, organizzeremo dei tornei, provando anche a fare qualche tappa nazionale” spiega Ilaria Perri. Anche Serena Torcasio ci crede molto: “È una bella sfida. Daremo il massimo. Oggi si comincia, ma guardiamo lontano, pensando all’inverno, per giocare in una struttura al chiuso”.

_MG_4468beach-v-11519.jpg

A occuparsi della gestione tecnica, insieme a Serena e Ilaria, è il coach di lunga esperienza Del Carpio. Che dice: “Io lo faccio di professione da tanti anni a Roma. Secondo me, qui il terreno è molto fertile: la pallavolo è seguita tantissimo. E comunque il beach volley d’estate diventa lo sport preferito dai pallavolisti, quindi ho pensato di collaborare con le ragazze per portare qui una scuola di beach volley, che è uno sport divertente e adatto a tutti. L'idea nostra era proprio quella di una struttura facilmente raggiungibile, non per forza legata al mare, e con tanti servizi attorno, che comunque la piscina comunale può offrire”.

Giuseppe Maviglia

_MG_4483beach-volley-20191.jpg

_MG_4486beach-volley-lame-t-11519.jpg

beach-volley-lamezia-11052019.jpg