Il vichingo norvegese ha ballato e ha vinto... come Salvini

Scritto da  Pubblicato in Maria Arcieri

maria_arcieri_a1181.jpg

 È simpatico, bello, dolce e buono nello sguardo e ha messo d’accordo tutti dalla giuria al pubblico a casa. Un po' come Matteo Salvini. Hanno vinto entrambi. A Ballando con le stelle e alle elezioni europee. Purtroppo è terminato venerdì 30 maggio la trasmissione “Ballando con le stelle” e molti sarebbero dovuti essere i vincitori e non solo una coppia. Il maestro Simone Di Pasquale è il vero trionfante da un punto di vista professionale, inattaccabile da parte della giuria, che potrebbe insegnare anche a un pezzo di marmo e riuscirebbe anche in questa coreografia. Elegante e di poche parole: chi non ha mai pensato che dovrebbe essere esattamente così il suo maestro di ballo? Per il sorriso e la dolcezza Lasse Marberg, che nel suo percorso da allievo ha fatto passi da gigante e ha insegnato la civiltà a tutti noi provenendo da uno dei paesi portabandiera, la Norvegia, di questa caratteristica che manca a molti di noi. Per la tenacia la vincitrice è stata Nunzia de Girolamo che per il sol fatto di essere un avvocato e un ex parlamentare è stata messa in croce, ma la sua caparbietà l’ha premiata e il suo maestro Todaro l’ha sempre difesa. Per stile e bravura da pelle d’oca Ettore Bassi che ha emozionato e ha reso il programma più accattivante per i suoi passi sempre impeccabili e personali. Su Osvaldo cosa bisogna aggiungere? Nulla, il sorriso ha steso la giuria e le telespettatrici. Ma meno gossip avrebbe giovato alle sue coreografie. Per chi ama la danza la Presidente di giuria è la giudice dalla quale impari. Anche lei vincitrice nella vita per le sue lotte e vittorie...

© RIPRODUZIONE RISERVATA