Lascia la cicatrice

Scritto da  Pubblicato in Maria Arcieri

maria_arcieri_d23ae_3802d_63ae8_c7abf_6cf7d_0f295_41338_e9bd8.jpgUn libro ben letto lascia nella nostra memoria una cicatrice invisibile, un segno permanente e dura per tutta la vita. Le ricerche scientifiche hanno dimostrato che la libro terapia, cioè la cura dell' anima attraverso la lettura, dà risultati più che soddisfacenti, serve per aumentare l autostima, per dare conforto e per curare i malanni fisici e spirituali. È la più fortunata delle malattie croniche che si può contrarre da bambini. Di questo si sono occupate in due testi due autrici inglesi, Ella Berthoud e Susan Elderkin in "Rimedi letterari per ogni malanno". Un altro testo consigliato per chi soffre di tristezza è "Le bestiali beatitudini di Balthazar B. e di J. P. Donleavy, "in cui le continue sfortune vissute dal protagonista sono affrontate con una venatura di umorismo.

La tristezza molte volte è collegata a un lutto e fa nascere gli attacchi di panico che si trasformano in angoscia esistenziale. E spesso é la solitudine a alimentarle. Le due scrittrici inglesi consigliano nel libro i romanzi che hanno il potere di trasportarci in un altra esistenza e a farci guardare il mondo da un altro punto di vista. Se leggendo, siamo immersi in una storia il personaggio ci porterà a una completa guarigione, a confortarci e a non sentirci più soli. Insomma vivere senza letteratura significa perdere l occasione di arricchirsi con le lezioni di vita di chi ha vissuto prima di noi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA