I trapianti & Co.

Scritto da  Pubblicato in Maria Arcieri

maria_arcieri_d23ae_3802d_63ae8_c7abf_6cf7d_0f295_41338.jpgI trend del 2019 sono stati trapianti di barba e sopracciglia, diastasi post-parto, "congelamento" del proprio grasso di troppo, filler di nuova generazione e labbra ad arco di Cupido". Siamo al quinto posto come nazione per gli interventi di chirurgia e medicina estetica al mondo. La novità più sostanziale in questo settore riguarda la conoscenza e l'uso delle cellule staminali. Il tessuto adiposo ha il vantaggio di averne in quantità più alta rispetto a altri tessuti utilizzati per la loro selezione.

Gli studi hanno dimostrato che le cellule staminali hanno un enorme capacità di rigenerazione dei tessuti, e in alcuni ambiti hanno capacità o potere terapeutico. Ecco che nell'ambito della chirurgia plastica, il volume di grasso che attecchisce è superiore se il numero di staminali presenti nel tessuto trasferito è più alto. Gli studi attuali, infatti, mirano a arricchire i prelievi di grasso di cellule staminali. Sono dette "multipotenti" le cellule staminali del tessuto adiposo, perché aumentano la capacità di riparazione e rigenerazione dei tessuti e grazie alle potenzialità terapeutiche di queste cellule, alcune tecniche di medicina rigenerativa sono già in uso per la cura di cicatrici, smagliature, calvizie e per migliorare i volumi del viso e del corpo. Per riparare i tessuti danneggiati, ringiovanire la pelle e contrastare l'invecchiamento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA