Siamo tutti la Collinetta

Scritto da  Pubblicato in Filippo Veltri

 

Filippo_Veltri_9b235_b3c2d_da267_228af_e195c_53228_390a8.jpg

 A Martone, un piccolo centro della provincia di Reggio, c'è un'osteria che propone una strepitosa cucina tradizionale a prezzi molto contenuti (e porzioni per niente contenute...). La Collinetta, così si chiama il locale, da alcuni anni è inserita nella Guida delle osterie di Slow Food e più recentemente si è vista attribuire il simbolo della chiocciola, ovvero il simbolo dell'eccellenza per Slow Food. Ma non ètanto dell’aspetto meramente gastronomico che oggi voglio parlare. Grazie a Nicola Fiorita – straordinario animatore calabrese di tante cose belle - sono stato a trovare i ragazzi della Collinetta perchéènotizia di pochi giorni fa che i proprietari del locale sono state vittime di minacce, intimidazioni mafiose e richieste di pizzo. Forza ragazzi, non mollate: la Calabria onesta è con voi!, ha scritto persino il fondatore di Slow Food, Carlo Petrini. La Collinetta è insomma un’attività importante per il territorio, tra l’altro socia del gruppo cooperativo Goel, nato nel 2003 su impulso del vescovo di Locri Giancarlo Maria Bregantini, che si impegna per promuovere “il riscatto e il cambiamento vero della Calabria attraverso il lavoro legale, la promozione sociale e un’opposizione attiva alla ‘ndrangheta”.Facciamo delle tante Collinette tante Montagne e la ‘ndrangheta davvero non vincerà.

© RIPRODUZIONE RISERVATA