Ci vorrebbe un amico...

Scritto da  Pubblicato in Maria Arcieri

maria_arcieri.jpgE’ la categoria  degli amiconi. Di tutti. Secondo loro. Ma in realtà di nessuno. Li descrivo. Salutano sempre tutti e dicono qualcosa su incontri apericena (prossimi), pranzi compleanni e matrimoni. Si fermano per strada a stringere mani e a parlare sempre di qualcosa. Ma gli altri sorridono ma non li ascoltano. Si sentono, stile persone famose. E stupide di conseguenza. La loro vita è un perenne “ciao come stai!”  Sono anche impiccioni. E li trovi ovunque. Peculiarità: FANNO FINTA DI ESSERE POLITICAMENTE CORRETTI. Ma non ci credete. E’ pura parvenza. Sono sicuramente iscritti a associazioni, partiti e circoli sportivi. Pensano di essere playboy solo perché conoscono donne.

Si candidano sempre perché pensano che ogni saluto seminato nel corso degli anni è un voto sicuro. Vivono per essere presenti o invitati a tutte le cene i pranzi o i compleanni che contano e anche non. E se c’è qualcuno che non conoscono fanno di tutti per farselo presentare. Sorridono sempre come il Joker. Non concepiscono gli snob delle amicizie o i solitari perché per loro la vita è tutto un apericena e una festa con amici e conoscenti. In realtà non conoscono la differenza sostanziale tra i due termini. In realtà, però, riempiono gli spazi del quotidiano perché non sanno stare soli. Ma lo sono più di tutti. Poi ci sono quelli con quattro amici ( al bar , cantava G. Paoli) ,di cui possono contare sempre e ovunque.  Non invadono tra loro gli spazi della privacy e conoscono il limite dell’amicizia. E non vivono come se tutto fosse un facebook. Loro si, che si comportano in tutt’altro modo! 

© RIPRODUZIONE RISERVATA