Uomini senza anima

Scritto da  Pubblicato in Maria Arcieri

maria_arcieri.jpg

Quando lei è vantata per la professione e quando è screditata in pubblico. Due sono i comportamenti maschili che avvengono davanti alla dolce metà. Il primo è quello più diffuso negli ultimi anni, è quello di vantarsi dei successi professionali della propria donna, carriera, premi ottenuti anche lo stipendio quando si è super cafoni.

La seconda tipologia, che purtroppo esiste da molti più anni, che è quella che vede lui che non porta rispetto alla moglie o fidanzata o compagnia che sia in pubblico. Naturalmente in entrambi i casi l'esagerazione del primo e la tamarragine del secondo non vanno bene. Nella prima situazione, può essere che lui abbia un ruolo minoritario in confronto a lei e per darsi un tono la vanta o magari è fiero dei suoi successi e partecipa vantandoli sempre e comunque. Non male.

Il secondo soggetto è da studiare come avviene in archeologia per il cavernicolo che schernisce, sminuisce la donna in pubblico è purtroppo, mi secca ripeterlo, molto diffuso nel sud-Italia, dove lei in molti casi è sottomessa e deve sopportare il bestione cafonal che prende in giro quasi tutto della cara ragazza. Lo fa dalla sua corporatura ai vari difetti o ancor peggio le si rivolge davanti agli altri come un gretto per sottolineare che è lui che comanda.

Può avvenire anche in casa ma in quel caso le donne possono replicare e magari inizia una sana o salutare conversazione o inizio bisticcio. Nel secondo caso, invece lei non risponde, replica mai..subisce..subisce...sempre!

Sono contraria alla pena di morte, ma non in questi casi e prima di farlo passeggiare nei corridori che lo portano alla sedia elettrica gli farei ripetere tutte le frasi che le ha rivolto in pubblico e naturalmente sotto gli occhi di donne che hanno ricevuto lo stesso trattamento compresi i secondini e il boia in questo caso in gonnella per non fargli dimenticare, che la donna sempre e ovunque deve essere rispettata che se prima della lezione letale, chiede scusa magari ci si può pensare e posticipare la sostanza letale se è recidivo. Ne vedo troppi in giro! Magari si danno una quietata!!!

© RIPRODUZIONE RISERVATA