Vergognatevi!

Scritto da  Pubblicato in Tonino Iacopetta

tonino_iacopetta.jpg

Ma attenzione, prima di parlare della vergogna di quanto sta succedendo nella guerra per bande ai fini di impossessarsi delle poltrone di comando alla Regione e perpetuare quello che si è sempre fatto di male per la gente, essendo lametino, mi sento obbligato a dire due parole su Lamezia. Ebbene, qui, il nuovo Presidente del consiglio comunale, lingegnere Grandinetti che fa parte della nuova maggioranza (si fa per dire), annuncia che lui porterà in porto il Piano regolatore in pochi giorni, realizzando quello che in otto anni non è riuscito Speranza. Con lui si avrà il Piano spiaggia che sempre Speranza non èriuscito a fare in dieci anni e via dicendo, spulciando il libro dei sogni. Ma se uno si dovesse sedere a tavolino con l’ingegnere Grandinetti e prendesse una tabellina pitagorica e facesse della semplice aritmetica, io credo che gli prenderebbe un attacco di panico. Se invece Speranza, e con lui ovviamente un buon numero di consiglieri, avesse staccato la spina prima, per amore del suo popolo (ma con lui vanno rimproverati anche tutti quei consiglieri specialmente quella della mai esistita opposizione), si sarebbe potuto cominciare un nuovo e convinto progetto per la città, con nuovi competenti onesti e trasparenti amministratori. Ma, vergogna, vergogna grande, grandissima per quanto sta accendendo da alcuni mesi nella Regione Calabria, dove ci si sta letteralmente ammazzando per farsi eleggere.

Dicono, questi egregi signori, cosa volete che siano quattro miliardi di vecchie lire ma noi dobbiamo fare le primarie. E fatevele queste primarie, ma perchéte le debbo pagare io? Io cittadino calabrese che diavolo ci azzecco per i comodacci vostri? Poi c’èlo scopritore dell’acqua calda, un pretendente di Governatore che promette di abbassare gli stipendi dei consiglieri ma non èquesto il problema risolutore. Io invece e con me tutti i calabresi muniti di forconi dovremmo gridare a tutti quelli che fino ad ora hanno governato la Calabria perchénon son stati capaci di fare progetti e investire la montagna di miliardi dellUnione Europea destinata alla Calabria, dovremmo gridare a questi signori perché in Calabria dobbiamo nuotare in un mare di m., dovremmo gridare a questi signori perché abbiamo la peggiore sanità d’Italia, dovremmo forconare questi signori che hanno creato posti di lavoro (si fa per dire) fittizi per tutti i loro galoppini elettorali mentre buona parte dei calabresi muore letteralmente di fame. Ma i signori rispondono, scansandosi dai forconi, voi ci avete votato e quindi…Già, ma chi era che prometteva posti e altro per il consenso elettorale, sapendo di truffare e di ingannare? Certo, uno che è disperato e disoccupato, ci va dietro e ci spera, ma tu che sei consapevole che stai sfruttando la sua disperazione, non meriteresti di essere infilzato da puntuti forconi?

© RIPRODUZIONE RISERVATA