Il sindaco dovrebbe amministrare con obiettiva imparzialità

Scritto da  Pubblicato in Maria Arcieri

maria_arcieri_d23ae_3802d_63ae8_c7abf_6cf7d_0f295.jpgIl primo cittadino è un ufficiale di governo e dovrebbe amministrare con obbiettiva imparzialità. Non dovrebbe fare differenze quando si amministra un paese il sindaco ha la responsabilità di fare da collante della sua comunità e non da elemento detonante con il rischio di farla deflagrare. Quando si viene eletti primi cittadini bisogna avere la capacità e la lungimiranza di amministrare allo stesso modo, senza distinzioni del tipo amici/ conoscenti/nemici. È un ruolo di pubblico amministratore al servizio del paese.

Si basa su alcune caratteristiche, decisionismo, professionalità, cultura, intelligenza e senso di responsabilità. Queste, ritengo, debbano essere le principali virtù che permettono di assurgere al rango di primo cittadino. E il suo dovere è quello di ascoltare la voce del popolo e di migliorarne le condizioni di vita e di garantire con il massimo impegno possibile i servizi al cittadino soprattutto in un periodo di recessione economica. Dall’assistenza domiciliare al trasporto pubblico ai servizi educativi. E rispondere in modo diretto alle esigenze di tutti. E non solo dei suoi amici.   

© RIPRODUZIONE RISERVATA