Giovedì, 06 Settembre 2018 09:28

Sovrumani silenzi, profondissima quiete

 

bevilacqua_foto_blog_nuova.jpgIl cielo di cobalto sopra i pini: oggi, il pittore della Sila vi ha sparso del latte appena munto. Il latte che sprizza dalle mammelle delle placide mucche al pascolo. La foresta di Caporosa ospita alberi immensi, candelabri poggiati su

Pubblicato in Francesco Bevilacqua
Lunedì, 26 Marzo 2018 06:57

Dispersi, fra la terra e il cielo

bevilacqua_foto_blog_nuova.jpg

 Una di notte. Classico dei miei dopo-cammini. Ho dormito appena quattro ore. Ma ora sono sveglio, con gli occhi sbarrati dall’impellenza di scrivere. Ho ancora nelle orecchie il sax tenore di John Coltrane in “Kind of blue” di Miles Davis

Pubblicato in Francesco Bevilacqua
Lunedì, 06 Giugno 2016 06:58

Dove la bellezza è preghiera

francesco_bevilacqua.jpgE' presto quando iniziamo a calcare il vecchio sentiero. Un cielo latteo sparge luce diafana sul mondo verde. I faggi incorniciano la via. Scendiamo silenziosi nel mondo appartato della valle. Malinconia (e algodistrofia) mi portano in Sila, per

Pubblicato in Francesco Bevilacqua

francesco_bevilacqua.jpg

Non avevo mai pensato a quanto siano importanti - e fragili - i piedi dell'uomo. Quelli sui quali troneggia e deambula il più presuntuoso essere vivente della Terra. I miei, durante gli innumerevoli cammini per valli e monti, li ho maltrattati

Pubblicato in Francesco Bevilacqua
Mercoledì, 23 Marzo 2016 08:41

La terra si è fatta acqua

francesco_bevilacqua.jpg

L'acqua ha preso il posto della terra, dentro il mio cuore. Costretto a non caricare il piede, ho rimosso le montagne e i boschi e le rupi e il vento. Mi immergo in piscina. Qui mi conoscono. Gentili e affettuosi con tutti. Sorpresi di vedermi in

Pubblicato in Francesco Bevilacqua
Lunedì, 28 Dicembre 2015 08:33

A Natale, penso (e prego) come una montagna

francesco_bevilacqua.jpgMattina di Natale. La mia preghiera comincia in montagna. Nella luce pura e fulgida dell'alba. Quando il mondo riemerge dal sonno notturno. Quando il sole compie il suo miracolo quotidiano. Quando l’aria stessa è una ierofania. Gli uomini normali

Pubblicato in Francesco Bevilacqua
Lunedì, 19 Ottobre 2015 07:09

Al confine col cielo

francesco_bevilacqua.jpg

Sveglia alle 4. Viaggiamo per due ore al termine della notte, come direbbe Celine. Il quale pensava che ogni buon cittadino ha in odio la natura selvaggia. E’ la sicurezza protettiva dell’urbanesimo, contro l’oscurità insondabile delle selve, dei

Pubblicato in Francesco Bevilacqua