Domenica si vota, Regione al bivio

Scritto da  Pubblicato in Filippo Veltri
Vota questo articolo
(1 Vota)

filippo_veltri.jpgLa campagna elettorale regionale è finita e domenica si vota per la Regione. Voto importante, per taluni addirittura decisivo. Sorprese ci saranno ma non crediamo su chi vincerà la partita grossa, cioè quella sul Governatore. Comunque vedremo.Sondaggi ce ne sono stati, attendibili o meno che siano, ma un dato politico emerge su tutti: la vera campagna elettorale è stata, assai feroce, quella dentro il centrodestra, tra Alleanza popolare (Ncd più Udc) e Forza Italia.

Il problema è se Alleanza popolare riuscirà a sfondare, anche di un solo voto, l’8%  togliendone un bel po’ a Forza Italia. Per FI sarebbe una sconfitta bruciante che aggraverebbe la sua crisi in modo drastico (non solo in Calabria). Per Alleanza popolare, invece, si tratterebbe del progredire di un progetto nazionale (non si capisce ancora di quale durata e spessore) che guarda alle elezioni della prossima primavera con l’obiettivo di sottrarre e intitolarsi la parte moderata del Centrodestra.Ma anche il centrosinistra, quello calabrese e nazionale (non a caso tutti big renziani, per ultimo lo stesso Renzi in persona, sono calati in questi giorni in Calabria), è direttamente interessato allo scontro e al suo esito, soprattutto se dovesse vincere la partita grossa, senza soffrire per l’ idea di quei settori del centrodestra che vogliono ingessare Oliverio (nel caso dovesse vincere) o non riuscire neanche a intralciarne debolmente il lavoro.

Che ci fosse questo problema si sapeva fin dall’inizio. La legge elettorale varata dal Centrodestra calabrese (che si vedeva già sconfitto alle urne) è stata concepita proprio per rendere difficile il Governo al vincitore. Il fatto che Alleanza popolare sia stata determinante nel varare questa legge che oggi potrebbe sbarrarle la strada della sopravvivenza dell’8%, condannandola alla fine, è un paradosso. Ma i paradossi non spostano di una virgola i problemi che il nuovo Governatore si troverà davanti: sanità, rifiuti, ambiente, lavoro, Gioia Tauro, moralità pubblica, lotta al clientelismo, senso della normalità della Calabria. Lì sarà la partita vera.

© RIPRODUZIONE RISERVATA