La zarina della moda detta le regole

Scritto da  Pubblicato in Maria Arcieri

 maria_arcieri.jpgPer la zarina corrispondono a quelle del buon senso. Sono state estrapolate dai suoi outfit le 11 regole base del suo stile. Che possono combaciare con quelle del buon senso.

La numero 1 detta che c’è vita oltre il total black.  E la zarina con la sua carriera di front row non lo ha mai indossato. Anzi ha preferito le stampe vistose e colorate ai fiori, alle geometrie audaci. Queste sono state la quintessenza del Wintour look. In un arcobaleno insegna si può essere più eleganti che in un funereo total black. Non bisogna cambiare a tutti i costi. 

Nel numero 2 e i must have durano il tempo nella moda di un gatto in tangenziale. Se qualcosa ci sta bene insegna non è necessario cambiarlo solo perché è un must di stagione. Bisogna essere anonimi nel look. E non sempre è un bene insegna la zarina che lo status symbol sia riconoscibile a chilometri di distanza.

Nel punto 4, evidenzia che il look deve essere soggettivo. Se ognuno di noi avesse un proprio stile il mondo sarebbe più armonico e bello.

Nel punto 5 spiega che non si nasce con stile ma che lo si impara. Nel sei consiglia di non avere paura di osare e di fare qualche volta qualche pazzia nelle scelte.

Al punto 7 dei suoi consigli di stile dice che non si scherza mai con le stagioni e con il meteo e che le It girl e i loro look si scoprono con il freddo. Interessante il punto 8 dove la zarina dice che le cose che fanno impazzire tutti non devono per forza piacere a tutti. Vedi i jeans elasticizzati. Nel penultimo punto è una regola importante conoscere sé stessi, cioè i propri limiti e i propri pregi.

Al numero 10. Bandito il total look. Consiglia il mix&match. Per il numero 11 bisogna dover comunicare con un vestito perché la moda lancia dei messaggi. È un linguaggio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA