E’ nata una stella

Scritto da  Pubblicato in Tonino Iacopetta

tonino_iacopetta.jpg

Sì, è vero, è nata una stella e che stella! Intendo una D.C. che governerà da sola o con piccoli partiti per almeno altro mezzo secolo. È il Partito democratico di Renzi, di Renzi e solo Renzi. Io da tanto tempo non sono intervenuto con i miei blog e mi scuso con i tanti che mi seguono perché c’erano elezioni in atto e non ho voluto dire niente affinché la mia battaglia per Lamezia non ne risentisse e per rispetto per chi mi segue. Il nostro obiettivo è rinnovare l’amministrazione comunale lametina con tutti i sacramenti, puntando sugli uomini nuovi che possano farlo, anche prescindendo da linee politiche predeterminate. Per il momento si continui pure a dormire al Comune di Lamezia, si continui pure l’immobilismo; chissà che stando fermi non si facciano meno danni. Comunque torniamo pure a questi ultimi eventi elettorali che avranno un peso pure sulla Calabria e su Lamezia. Sulla regione perché la stravittoria del Pd non sarà senza conseguenze, anche se i democratici calabresi sono frantumati; se si ricompatteranno per le imminenti elezioni regionali, per il centrodestra non c’è futuro. Anche a Lamezia i democratici sono a pezzi, sapranno anche loro ricompattarsi? Se sì, per il Comune avranno moltissime chanches, specie ora che non hanno più con loro uno Speranza, che in passato è riuscito a condizionarli, sino a quando è rimasto nel Partito democratico e anche dopo, godendo del potere acquisito. Ora Speranza può benissimo convivere e collaborare con il Pd ma da una posizione più defilata. E veniamo ai Cinquestelle: se avessero vinto le Europee, se avesse vinto Grillo in altre parole, ora anche alla regione Calabria e a Lamezia Terme ci sarebbero state probabilità di vittoria ma così non è stato e quindi poco possono aspettarsi i grillini per la Regione e per il nostro Comune. Ma badate bene che io auspico non una scomparsa dei grillini ma una loro continua presenza, perché senza di loro chi sta al potere non avrebbe niente da temere. Non con Grillo ma nemmeno senza! Partendo da questi presupposti, io continuerò a battermi per la rinascita e la resurrezione della mia città, precipitata in una palude stagnante. Certo, anche quelli del centrodestra devono darsi una mossa, capire che hanno avuto una bella batosta e credo che a livello nazionale hanno oramai i giorni contati. A livello locale, che mi interessa di più, invece contano ancora molto e però voglio vedere se per le elezioni prossime lametine, hanno qualche buon nome da spendere. Se sì, ne terremo conto a prescindere dall’azzeramento elettorale che hanno subito, europeo per il momento, ma presto anche politico nazionale.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA