Francesco Vescio

francesco_vescio-ok.jpg

 La Spagna ebbe il dominio dell’Italia meridionale continentale - in termini politico-diplomatici del Regno di Napoli - per poco più di due secoli: dal XVI ai primi anni del XVIII; la Calabria era parte integrante di tale organismo statuale

francesco_vescio-ok.jpgNegli ultimi decenni del Quattrocento la dinastia aragonese, sedate le rivolte nobiliari, si era consolidata ed il Regno di Napoli era avviato a svolgere un ruolo di primo piano in Italia, ma dalla Francia fu intrapresa una politica di conquista del

Le comunità giudaiche nella Calabria aragonese

Martedì, 10 Aprile 2018 04:57 Scritto da

francesco_vescio-ok.jpg

 Durante la dominazione aragonese in Calabria vi erano numerose comunità ebraiche diffuse qua e là su quasi tutto il territorio regionale; la loro notevole presenza è ben delineata nel passo successivo

Calabria aragonese: economia e società

Mercoledì, 28 Febbraio 2018 08:13 Scritto da

francesco_vescio-ok.jpg

 Il dominio aragonese in Calabria rispetto a quello angioino segnò dei rilevanti mutamenti nella struttura sociale ed economica, in particolare ciò avvenne per quel che concerne il maggiore potere che ebbero i baroni sia nei riguardi della

francesco_vescio-ok.jpgAlfonso, già re d’Aragona, di Sicilia e di Sardegna, dopo lunghe e tormentante vicende, nel 1442 riuscì a conquistare il Regno di Napoli; Renato, il sovrano angioino fin allora regnante, lasciò la capitale a bordo di navi di Genova, sua alleata, e

francesco_vescio-ok.jpgNel 1492 terminò nell’Italia meridionale continentale la dominazione angioina ed il Regno di Napoli passò sotto la sovranità di Alfonso d’Aragona, il quale era già re di Sicilia e di  Sardegna , oltre che dell’ Aragona in Spagna;  per

La Calabria durante il conflitto angioino-aragonese

Giovedì, 02 Novembre 2017 08:12 Scritto da

francesco_vescio-11022017-091741.jpg

 La pace di Caltabellotta (1302) aveva posto fine, almeno formalmente, allo scontro armato tra la dinastia angioina, di origine francese, e quella aragonese, di origine spagnola, per la successione nell’Italia meridionale continentale e in

francesco_vescio.jpg

 La condizione degli Ebrei durante la dominazione angioina in Calabria, in linea generale peggiorò di molto rispetto al periodo svevo a causa del differenziato atteggiamento tenuto dai  sovrani delle due dinastie verso la Chiesa: gli

Calabria Angioina: società ed economia

Martedì, 05 Settembre 2017 06:52 Scritto da

francesco_vescio.jpg

 La sconfitta di Manfredi, figlio di Federico II di Svevia, da parte di Carlo d’Angiò nella battaglia di Benevento (1266) segnò la fine della dominazione normanno-sveva nell’Italia meridionale; la Calabria fece parte del nuovo Regno e

francesco_vescio.jpgLa dominazione angioina nell’Italia meridionale continentale durò poco meno di due secoli e precisamente dal 1266 (Vittoria di Carlo d’Angiò a Benevento contro Manfredi, figlio di Federico II di Svevia) al 1442 (Conquista del Regno da parte di